Avviato l’iter per rendere effettiva la Brexit, preoccupazione fra i nostri emigrati

La giornata di ieri 29 Marzo 2017 passerà alla storia come il Brexit Day, come molti l’hanno già ribattezzato, poiché è stato ufficialmente avviato l’iter burocratico che consentirà alla Gran Bretagna di lasciare l’Unione Europea come stabilito dal referendum popolare avvenuto qualche mese fa. Si tratta di un evento senza precedenti che ha sconvolto quasi tutti gli stati membri dell’ UE ma che in particolare detta preoccupazione per i nostri emigrati.

Sono tantissimi infatti gli italiani che hanno scelto il Regno Unito come nuova patria e che ad oggi risiedono stabilmente sul suolo britannico. Grazie al precedente trattato di libera circolazione, valido per tutti i Paesi aderenti all’Unione Europea molti nostri connazionali e tantissimi altri cittadini europei, potevano risiedere e lavorare liberamente sul suolo britannico, ma ora potrebbero ritrovarsi ad essere immigrati irregolari a causa appunto della Brexit.

Anche il primo ministro tedesco Angela Merkel ha espresso amarezza per la concretizzazione del referendum britannico avvenuta ieri ed ha dichiarato: “Il governo tedesco si impegnerà intensamente per ridurre al minimo possibile le conseguenze sulla vita quotidiana dei cittadini europei in gran Bretagna” ha aggiunto la cancelliera tedesca parlando a una riunione dei gruppi parlamentari di Cdu e Csu. “Una delle preoccupazioni concrete della Brexit”, ha spiegato Merkel, “è quella dei cittadini europei per il proprio personale futuro, in particolare per tedeschi ed europei che vivono in Gran Bretagna”.

Preoccupazione che anche i nostri connazionali condividono e che ora li vedranno costretti a munirsi di visto per poter conservare la propria attività e la vita che con tanta fatica e sacrifici si sono costruiti. Basta quindi alle partenze su due piedi, chiedendo solo ospitalità a degli amici, ora per accedere e permanere nel regno unito serviranno documenti specifici.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *